E’ nato a Massa Lubrense ed è famoso in tutto il mondo. Lo spaghetto alla Nerano

11 maggio, 2014 alle 15:30
404

Le ricette della cucina napoletana tradizionale.

Massa Lubrense, ultimo avamposto della Terra delle Sirene. Oltre, sulle carte geografiche, il promontorio che si distende nel blu del Mar Tirreno non è più Penisola Sorrentina e prende il nome di Costiera Amalfitana, ma le bellezze dei luoghi non cambiano. Queste bellezze, Massa Lubrense le riassume tutte: spiagge incantevoli, calette raggiungibili soltanto via mare dove la natura è incontaminata, strabilianti scogliere a picco sul mare, terrazze dove lo sguardo può spaziare dal Golfo di Napoli al Golfo di Salerno, dove l’occhio ha la sensazione di poter toccare Capri con le dita, dove le fragranze del mare si mescolano alle essenze dei Monti Lattari, dove lo sciabordio del mare contro la terraferma è musica per le orecchie. Uno spettacolo da gustare con tutti e cinque i sensi. E, già, perché tra la rigogliosa vegetazione di Massa Lubrense sono diversi i ristoranti che si aprono e in cui si possono gustare i piatti tipici della Penisola Sorrentina. Tra le pietanze della tradizione spiccano i Spaghetti alla Nerano, dal nome della frazione di Massa Lubrense nella quale si trova la nota trattoria che ha inventato la ricetta.

Ingredienti (per 6 persone):
1 kg di zucchine medie
500 g di olio di oliva
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di provolone dolce di Sorrento
100 g di caciotta dolce
50 g di burro
abbondante basilico tritato
sale
pepe

500 g di vermicelli medi

Preparazione

Tagliate le zucchine a fette rotonde spesse un paio di millimetri e friggetene poche per volta in mezzo litro di olio caldo, lasciandole colorire. A mano a mano che le toglierete dalla padella, mettetele in una insalatiera, condendole a strati con i tre formaggi, il basilico, il burro a fiocchetti, il pepe, un po’ di sale. Rimestate per bene, sino ad ottenere un composto anche con un po’ liquido grazie all’olio delle zucchine. Una salsetta giallastra insomma. Cuocete gli spaghetti, scolateli, trasferiteli in una pirofila insieme alle zucchine e, se fosse necessario rendere scivolosi i maccheroni, aggiungete un paio di cucchiai dell’olio di frittura delle zucchine o dell’acqua di cottura della pasta. Rigirate il tutto per un attimo su fuoco bassissimo e servite subito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here