‘A Figlia d’‘o Marenaro , zuppa di cozze la “regina” amata dal Re nasone

Tra i peccati di gola di Ferdinando I di Borbone, oggi nel famoso ristorante di via Foria capitanato da Assunta Pacifico se ne gusta una versione davvero eccezionale.

721
A Figlia d’‘o Marenaro
A Figlia d’‘o Marenaro

‘A Figlia d’‘o Marenaro. Forse non tutti sanno che a Napoli, da tantissimi anni, regna una “sovrana” eterna che profuma di mare: squisita, unica, capace di mettere d’accordo davvero tutti… A tavola. È la zuppa di cozze, ovvero uno dei piatti simbolo della cucina tradizionale partenopea. Ed è questa succulenta pietanza il vero e proprio cult dello storico ristorante ‘A Figlia d’‘o Marenaro di via Foria, che la “capitana” Assunta Pacifico ne ha fatto uno dei più famosi ed apprezzati.

A Figlia d’‘o Marenaro
A Figlia d’‘o Marenaro

La zuppa di cozze è associata per tradizione in particolare al Giovedì che precede la Pasqua, ma in verità è perfetta da gustare tutto l’anno. Una prima versione, pare, risalga addirittura a Ferdinando I di Borbone, conosciuto come “Re Nasone”, spesso ammonito per i suoi peccati di gola commessi anche durante la Settimana Santa. E che, proprio per questo motivo, avrebbe escogitato uno stratagemma ordinando ai cuochi di corte la preparazione di un piatto meno sontuoso del solito. Fu così che nacque la zuppa di cozze a base di pomodori e salsa forte di peperoni.

A Figlia d’‘o Marenaro
A Figlia d’‘o Marenaro

Quella che si gusta oggi da ‘A Figlia d’‘o Marenaro, dove la tradizione non tramonta mai ma si aggiorna e si rinnova con sapienza, vede protagoniste indiscusse cozze fresche e vongole veraci, accompagnate da scampi e maruzzielli, adagiati su freselle inzuppate di olio piccante, ‘O russ, e succo di frutti di mare. E, in cima, un tarallo ‘nzogna e pepe.

Ristorante ‘A Figlia d’‘o Marenaro
Via Foria 180/182, Napol
Tel. +39 081.44.08.27
www.afigliadomarenaro.it