News / Percorsi d'arte e storia

Sulle orme del Grand Tour “made in Naples”

Il tradizionale viaggio d'istruzione tanto in voga nel'700, rivive attraverso un'interessante iniziativa culturale che da aprile a dicembre fa tappa tra le bellezze della Campania
di Arianna Esposito
13 marzo 2014

Non c’era giovane della benestante aristocrazia europea che non provasse l’esperienza culturale e istruttiva del “Grand tour”, il viaggio di formazione molto in voga nel XVII secolo, destinato a perfezionare il sapere dei fortunati rampolli delle famiglie nobiliari del Vecchio Continente.

Il tour poteva durare da pochi mesi a diversi anni, ma la destinazione finale d’approdo era sempre la medesima per tutti: il Belpaese con i suoi affascinanti paesaggi e un clima mite che attirava gran parte dei viaggiatori.
Una tradizione, quella del  “Grand Tour”, che nel tempo ovviamente si è andata perdendo o ha assunto connotazioni diverse, ma che oggi torna a fare capolino udite, udite proprio nella meravigliosa Terra Felix.

Da aprile fino a dicembre 2014, sono ben nove gli itinerari che  consentiranno di ripercorrere le tappe e i percorsi dei viaggiatori del Settecento alla scoperta dei tesori artistici, architettonici e naturali della Campania.
L’iniziativa, promossa dall’Assessorato ai Beni Culturali e Turismo della Regione Campania e realizzata da Campania Artecard, prevede la visita di ben 120 siti per immergersi  a pieni polmoni nelle bellezze della terra di Virgilio e San Gennaro.

Villa Rufolo a RavelloI faraglioni di CapriErcolanoIschia e Castello AragoneseProcida

Dalla maestosa bellezza di Napoli, fino alla suggestiva zona vesuviana, passando per i siti archeologici di Pompei ed Ercolano dove sono previste magiche visite notturne in collaborazione con il Mav (Museo archeologico virtuale) ci si sospingerà fino all’area fascinosa e misteriosa dei Campi Flegrei.
Si prosegue poi con le tappe attraverso le località più famose e suggestive del Golfo come Sorrento, nota per essere prediletta dagli artisti come luogo d’ispirazione, per non dire di Ravello con il suo panorama mozzafiato e le magnifiche isole di Procida, Capri e Ischia. Ogni tappa merita una sosta ragguardevole, se solo consideriamo che ogni itinerario conterrà al suo interno più percorsi, per un  totale di circa 100 tragitti turistici.

Ad accompagnare tutti gli imperdibili appuntamenti: degustazioni, seminari e performance teatrali per seguire i segni della storia e soprattutto, dopo tanto cammino, assecondare anche i piaceri del palato con gli assaggi dei prodotti delle eccellenze enogastronomiche della Campania.

“Sulle orme del Grand Tour”
Aprile-dicembre 2014
Info, costi e programma su: www.campaniartecard.it