News / Tempo libero

Pompei diventa un gioco per App Store

Mala tempora currunt il nome della App lanciata nell’etere per gli appassionati di video game storici, dove l’antica area archeologica vesuviana è lussuoso palcoscenico delle indagini di un epocale agente segreto
di Sergio Gradogna
18 febbraio 2015

E’ Pompei ante eruzione del Vesuvio del 79 d.C. la location di un nuovo gioco d’avventura basato su un plot da “thriller” realizzato dalla Imago M, azienda specializzata nella realizzazione di games con ambientazioni storiche particolarmente dettagliate. E’ stata lanciato quindi lo scorso 7 febbraio “Pompeii: mala tempora currunt”, un videogame su App Store in versione completamente riscritta e ottimizzata per iPhone e iPad.

Il videogame si rifà a un gioco realizzato a fine anni ’90 e che ebbe un buon successo per la sua qualità tra gli appassionati di questo stile di game.  E’ realizzato in italiano ed in inglese, mentre l’interfaccia dei menu è interamente in latino. Pompei apre per l’azienda produttrice, una lunga serie su questo stile di App che saranno poi ambientate in altre località storiche italiane.

In questa, 80 sono le ambientazioni realizzate, oltre 30 i personaggi, tante le musiche originali con il doppiaggio di tutte le voci. Annius, simil “agente segreto”, ne è il protagonista principale. Lui, è in incognito nella cittadina vesuviana. E lì per conto dell’Imperatore per indagare su iniziali tumulti della popolazione e per indagare sull’assassinio dell’amico Lentulo, a Pompei in precedenza con il suo stesso compito, ma barbaramente trucidato.