A Terzigno, il sound della Befana è all’insegna della solidarietà

1954

Black & white per un “mutual respect”. Session in sounds: ritmi dal cuore e dall’anima, capaci di unire e non dividere, mondi e culture diverse nel segno della solidarietà e della buona musica. E’ questo il tema della serata organizzata la notte della Befana dall’associazione Synapsis Onlus nella cornice di Villa Angela, in via Zabatta a Terzigno (Napoli). Appuntamento il 5 gennaio, a partire dalle ore 18. Tutti insieme, contro i pregiudizi e le barriere culturali, per vivere al chiaro di luna l’arrivo della simpatica “vecchietta” con le sonorità e le danze tipiche del West Africa dei Gunà Percussion e quelle del Sud Italia targate Paranza Folk. Due culture diverse, il Continente nero da una parte, il nostro Mezzogiorno dall’altra, unite per una sera, attraverso un mix di balli, musiche e canti all’insegna dello scambio culturale e dell’integrazione. Ma anche pensando al…prossimo. Sì, perché chi lo vorrà, tra gli ospiti, potrà portare un piccolo dono che sarà poi devoluto in beneficenza. Perché per tutti sia veramente Befana.