Dalle tavole del ‘700 ai giorni nostri. Mesdames e monsieurs le coviglie al cioccolato

19 marzo, 2014 alle 18:10
576
Coviglia al cioccolato

Le ricette della cucina tradizionale napoletana.

Alla stessa famiglia dello spumone e dello zuccotto appartiene la Coviglia. Gia’ la scrittrice Matilde Serao la descriveva nel suo libro “Il paese della Cuccagna” “….spumoni, metà crema e metà gelato, di tutte le mescolanze, …  adorazione delle donne e dei ragazzi… entusiaste erano le signore che vedevano apparire gli spumoni, dai colori seducenti nella loro tenerezza, dal candido fiocco di spuma nel mezzo, e davano un gridolino di commozione e tendevano  le mani, involontariamente…“  .

Un tempo si vendevano in bicchierini di alluminio, attualmente sostituiti da quelli di plastica, con coperchietto. Sono ad un sol gusto ma la classica è al cioccolato o alla nocciola o al caffè o ancora alla fragola. È nel 1700, quando il gusto delle dame di «buon garbo » sensibili e disappetenti, esige diete leggere e carezzevoli, voluttuose, morbide e dolci, che due oggetti di lusso, di delicatezza e di gusto in Italia portano il vanto in tutta Europa: «liqueurs d’Italie, glaces à l’itaienne» vogliono gli stranieri.

Ingredienti per 10 porzioni: 150 g di cioccolato fondente, 80 g di zucchero, 4 tuorli, 350 ml di panna montata, 3 albumi, 1 cucchiaino di succo di limone, 2 cucchiai di rhum

Preparazione

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Montare i tuorli con lo zucchero, fin quando diventano spumosi. Aggiungere il rhum ed il cioccolato, mescolando delicatamente. Poi la panna montata e gli albumi, questi ultimi precedentemente montati a neve con il succo di limone.

Suddividete il composto negli stampini e chiudete con pellicola per alimenti. Si conservano in freezer per una settimana.

Fonte: www.brigatadicucina.it

Si consiglia di acquistare tuorli ed albumi già pastorizzati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here